Home News Mondo Usa, Pil superiore alle aspettative

Usa, Pil superiore alle aspettative

Le Borse europee confermano il trend al rialzo, contando sul dato riguardante il Pil Usa del quarto trimestre apparso in crescita in confronto alle aspettative e sull’iniziale rimbalzo di Wall Street.

L’economia statunitense fa registrare una crescita pari al’1%: il Dipartimento del Commercio ha rivisto al rialzo la stima sul Pil. Inizialmente si prevedeva una crescita pari allo 0,7%.

Il dato è superiore alle attese degli analisti, che scommettevano su un aumento dello 0,4%. Il dato sarà al centro dei colloqui del G20 al via oggi proprio a Shanghai da dove l’Ocse ha chiesto all’Italia più sforzi per combattere la disoccupazione: Fmi e Germania, però,sono concordi nel chiedere più riforme strutturali.

A condizionare l’andamento dei mercati è – come ieri – il petrolio che si attesta sopra i 33 dollari al barile il pezzo del greggio Wti che ieri aveva registrato il più forte incremento settimanale dal mese di agosto arrivando a 33,07 dollari in chiusura. I contratti sul greggio Wti con scadenza ad aprile passano di mano a 33,6 dollari; il Brent scende a 35,29 centesimi al barile con un calo di 9 centesimi. A mettere il turbo alle quotazioni del greggio sono state le dichiarazioni del ministro petrolifero del Venezuela, Eulogio Del Pino, che ha annunciato un incontro per metà marzo con i colleghi di Russia, Arabia saudita e Qatar per discutere su come stabilizzare i prezzi.

Il mercato torna dunque a sperare in una soluzione ma non è escluso che resti deluso: solo martedì il ministro petrolifero di Riad, da Houston (Texas) aveva escluso un taglio alla produzione. Inverte la rotta e cala l’oro, anche se si avvia a chiudere il mese più redditizio (+11%) da tre anni. Il lingotto con consegna immediata tratta a 1.214 dollari l’oncia (-2%).

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui