La reazione degli USA alle ultime novità sull’Afghanistan

Continua a far discutere la decisione degli USA, che a detta di molti avrebbero abbandonato l’Afghanistan al proprio destino. Lunedì il presidente Biden ha offerto una difesa provocatoria alla sua decisione di ritirare le truppe dall’Afghanistan, incolpando il rapido crollo del governo afghano e le scene caotiche all’aeroporto di Kabul al rifiuto dei militari del Paese di resistere e combattere di fronte al Avanzata dei talebani.

Afghanistan

Leggi il resto

Usa, nuovo rallentamento economico

Le Borse europee hanno chiuso la seduta di ieri in rosso. Piazza Affari ha archiviato la sessione attestandosi a quota 17.053 punti, in calo rispetto allo 0,8%.

Leggi il resto

Dati lavoro Usa deludenti rispetto alle aspettative

Sui mercati europei vige un clima di cautela. Nel frattempo dagli Stati Uniti giungono gli attesissimi dati sull’occupazione di agosto: l’economia americana ha fatto nascere 151mila nuovi posti di lavoro, mentre il tasso di disoccupazione è rimasto ancora al 4,9%.

Leggi il resto

Usa, a luglio occupazione sopra le aspettative

Due le notizie più importanti, quando siamo giunti a metà agosto: la prima concerne la BoE. Il governatore Mark Carney ha ridotto il costo del denaro portandolo dallo 0,5% al nuovo minimo storico dello 0,25%: è la prima sforbiciata dal 2009.

Leggi il resto

Usa, calano le vendite delle case esistenti

Negli Stati Uniti le vendite di case esistenti afferenti al mese di aprile hanno fatto segnare un crollo del 3,3% in confronto al +6,5% del precedente rapporto.

Leggi il resto

Borse europee, partenza in calo

Le borse europee faranno registrare una partenza con il freno a mano tirato dopo i progressi di Tokyo (+0,5%) e i cali di ieri di Wall Street. Prevale, tuttavia, una discreta volatilità in avvio.

Leggi il resto

Perché la fusione tra Pfizer e Allergan è saltata?

Gli Usa hanno portato avanti durante gli scorsi mesi una vera e propria battaglia contro le “inversioni fiscali”, procedure adottate dalle multinazionali per rendere più lieve il conto da versare all’Erario americano.

Leggi il resto