Home Lavoro Normative Lavoro 1500 euro a chi trova lavoro ad un disoccupato

1500 euro a chi trova lavoro ad un disoccupato

1500 euro a chi trova lavoro ad un disoccupato. Questo è l’assegno di ricollocazione. Ecco come funziona l’incentivo pensato soprattutto per le imprese. 

Oltre aNaspi, Asdi e Dis-Coll, l’art. 17 di tale provvedimento definisce i paramentri e le modalità di accesso del nuovo contratto di ricollocazione uno strumento appartenente all’insieme delle politiche attive del lavoro che, attraverso un voucher dovrebbe favorire il ricollocamento di tutti i disoccupati, primi fra tutti coloro i quali hanno perso la loro occupazione a causa di un licenziamento illegittimo.

Come funziona l’assegno di ricollocazione

Per esplicito interessamento delle Regioni, la versione finale del Decreto attuativo prevede che potranno accedere al voucher di ricollocazione:

  • Lavoratori licenziati illegittimamente per licenziamento collettivo;
  • Lavoratori licenziati illegittimamente per giustificato motivo oggettivo;
  • tutte le persone in stato di disoccupazione (ai sensi della lettera c, comma 2, articolo 1, D. Lgs 181/2000).

L’importo medio dell’assegno è di 1500 euro e sarà il disoccupato beneficiario della Naspi a decidere a quale struttura, pubblica o privata, rivolgersi per la ricerca del lavoro. A sua disposizione sarà posto un job advisor, ovvero una sorta di tutor. Per i Centri per l’impiego o soggetti accreditati, l’importo dell’assegno di ricollocazione non costituirà reddito imponibile. Il voucher di ricollocazione però sarà consegnato solo nel momento in cui il disoccupato troverà lavoro.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui