Come controllare se ci sono gli 80 euro in busta paga

Home > Finanza Personale > Come controllare se ci sono gli 80 euro in busta paga

Sono pronti i bonus per i dipendenti della pubblica amministrazione. Sono infatti già state preparate dal ministero dell’Economia che ha deciso di giocare d’anticipo a dimostrazione della serietà e dell’efficacia del provvedimento varato dal governo le buste paga con l’aumento di 80 euro per i redditi lordi annui fino a 24mila euro.

 

Il Mef è, difatti, tra i soggetti che preparano singolarmente il maggior numero di cedolini e la preparazione di quasi 800mila buste paga con il beneficio fiscale prova come l’operazione possa essere conclusa in tempo sia nel settore pubblico, che nel privato. Per evidenziare l’importo è previsto un apposito spazio tra le voci della retribuzione

Il Governo promette che il bonus di 80 euro sarà strutturale

Le buste paga più consistenti saranno per 785.979 lavoratori pubblici per cui il ministero ha preparato i cedolini del 27 maggio attraverso il dipartimento dell’amministrazione generale (Dag) che conduce il pagamento degli stipendi per più di 1,5 milioni di dipendenti di molte amministrazioni pubbliche. Tra questi, 785.979 lavoratori avranno l’aumento della retribuzione netta dovuto alla riduzione dell’irpef, per una somma totale nel mese di 56,4 milioni di euro. Il beneficio pieno di 80 euro netti (che spetta a chi ha redditi annuali tra 8mila e 24mila euro lordi) è stato calcolato per 618.523 dipendenti. I cedolini saranno visibili con le normali tempistiche, e in ogni caso per tutti entro il 23 maggio.

Il Dag si occupa della programmazione e pagamento dello stipendio dei dipendenti delle Amministrazioni centrali e periferiche dello Stato (Ministeri, Presidenza del Consiglio, Agenzie, ecc.) e di 74 altre amministrazioni pubbliche (sono per lo più di Enti Locali che hanno stabilito di adoperare i servizi del Mef).

Lascia un commento