Home News Johnson & Johnson conferma di riuscire a coprire la variante Delta

Johnson & Johnson conferma di riuscire a coprire la variante Delta

Arrivano novità importanti da Johnson & Johnson. La società, infatti, ha annunciato oggi i dati che hanno dimostrato che il suo vaccino COVID-19 a iniezione singola ha generato un’attività forte e persistente contro la variante Delta a rapida diffusione e altri altamente prevalenti Varianti virali SARS-CoV-2. Inoltre, i dati hanno mostrato che la durata della risposta immunitaria è durata almeno otto mesi, il periodo di tempo valutato fino ad oggi. I due sommari di studio prestampati sono stati presentati oggi a bioRxiv.

Johnson & Johnson

Cosa sappiamo sulla copertura di Johnson & Johnson rispetto alla variante Delta

“Gli studi recentemente annunciati di oggi rafforzano la capacità del vaccino Johnson & Johnson COVID-19 di aiutare a proteggere la salute delle persone a livello globale”, ha affermato Paul Stoffels, MD, vicepresidente del comitato esecutivo e direttore scientifico di Johnson & Johnson. “Riteniamo che il nostro vaccino offra una protezione duratura contro il COVID-19 e susciti un’attività neutralizzante contro la variante Delta. Ciò si aggiunge al solido corpo di dati clinici che supportano la capacità del nostro vaccino a iniezione singola di proteggere da molteplici varianti di preoccupazione”.

“I dati attuali per gli otto mesi studiati finora mostrano che il vaccino a iniezione singola Johnson & Johnson COVID-19 genera una forte risposta anticorpale neutralizzante che non diminuisce; piuttosto, osserviamo un miglioramento nel tempo. Inoltre, osserviamo una risposta immunitaria cellulare persistente e particolarmente robusta e duratura”, ha affermato Mathai Mammen, MD, Ph.D., Global Head, Janssen Research & Development, Johnson & Johnson. “Con ogni nuovo set di dati, costruiamo sulla nostra solida base di prove che il nostro vaccino COVID-19 a iniezione singola svolge un ruolo fondamentale nel porre fine alla pandemia, che continua a evolversi e pone nuove sfide alla salute globale”.

Dimostrata una forte attività anticorpale neutralizzante contro la variante Delta (B.1.617.2). Un preprint presentato dalla Società oggi a bioRxiv contiene una nuova analisi da campioni di sangue ottenuti da un sottogruppo di partecipanti (n=8) nello studio di Fase 3 ENSEMBLE . Questi dati hanno mostrato che il vaccino a iniezione singola contro il COVID-19 di Johnson & Johnson ha suscitato un’attività anticorpale neutralizzante contro la variante Delta a un livello ancora più elevato rispetto a quanto recentemente osservato per la variante Beta (B.1.351) in Sud Africa, dove un’elevata efficacia contro gravi /malattia critica è stata dimostrata.

Nello studio ENSEMBLE, il vaccino monodose COVID-19 di Johnson & Johnson è stato efficace all’85% contro malattie gravi/critiche e ha dimostrato protezione contro il ricovero in ospedale e la morte. Il vaccino è stato costantemente efficace in tutte le regioni studiate a livello globale, inclusi Sud Africa e Brasile, dove c’era un’alta prevalenza di varianti Beta e Zeta (P.2) rapidamente emergenti durante il periodo di studio. Le risposte immunitarie di Johnson & Johnson sono persistite per almeno otto mesi.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui