Tante e inutili. Sono le monete da 1 e 2 centesimi che, molto probabilmente, molto presto verranno messe al bando nei paesi dell’Unione Europea. Le motivazioni sono molto semplici: hanno un valore di acquisto praticamente nullo e il costo della loro produzione è più alto del valore che realmente generano.

► Presto spariranno le monete da 1 e 2 centesimi di euro

Per questo la Commissione Europea e il Parlamento stanno pensando alla possibilità di eliminarle, ma prima di farlo è necessario comprendere quali conseguenze questo potrebbe avere sul costo dei beni di consumo e sull’inflazione. C’è poi anche da ottenere il consenso di tutti i paesi coinvolti e la Germania ha già detto di no.

Ma in alcuni paesi d’Europa le piccole monete sono già sparite. Si tratta dei Paesi Bassi e della Finlandia, paesi che hanno già trovato il modo di eliminare le monetine senza grosse conseguenze sull’economia.

 

Le banconote da 500 euro saranno ritirate dalla BCE

I prezzi rimangono ancora espressi in centesimi (ad esempio 0,99 euro, quello che viene definito il prezzo psicologico) ma i consumatori hanno due opzioni, entrambe che non prevedono l’utilizzo delle monetine di rame: pagando in contanti i prezzi sono arrotondati, per eccesso o per difetto, mentre rimangono invariati se si paga con carta di credito.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui