Mutuo variabile di WeBank

Home > Finanza Personale > Mutui > Mutuo variabile di WeBank

WeBank, per tanti mesi è stata la banca con i tassi più convenienti per i mutui erogati. Adesso il primo posto della classifica convenienza stilata da MutuiOnline e occupato da Deutsche Bank, cui segue la proposta della Banca Nazionale del Lavoro. Al terzo posto troviamo WeBank.

Ma quali sono le caratteristiche del mutuo a tasso variabile di questo istituto di credito? Tra i vantaggi e le promozioni elencati ci sono l’assenza di spese e penali e l’assicurazione casa gratuita. La banca mette però un limite anagrafico ai richiedenti: non devono aver superato i 60 anni al momento dell’attivazione del finanziamento che deve concludersi entro il 75esimo anno d’età.

Questo mutuo è finalizzato all’acquisto della prima casa e alla ristrutturazione dell’immobile e rispetto agli importi finanziabili devono oscillare tra un minimo di 50 mila euro e un massimo di 1 milione di euro. L’importo erogato, in ogni caso, non supera l’80% del minore tra importo d’acquisto e valore di perizia. Il loan to value scende al 50% se si parla di ristrutturazioni.

Le durate previste per il piano d’ammortamento sono tra i 10 e 30 anni. Il tasso applicato è un variabile puro dove a cambiare è lo spread applicato dalla banca che muta sulla base dell’importo erogato in termini assoluti e in percentuale.

Per esempio, per i mutui in cui l’importo erogato è minore o uguale al 60 per cento del valore dell’immobile, si applicano tre spread: il 3 per cento per i mutui fino a 124.999 euro; il 2,9% per i mutui fino a 174.999 euro; e il 2,8% per i mutui che superano i 175 mila euro.

Per tutti gli altri dettagli sul prodotto si consiglia di visionare la scheda disponibile su MutuiOnline.

Lascia un commento