Fattore I e PMI di successo: Banca IFIS presenta a Bologna i risultati dell’ultimo web listening

Fattore I” è il progetto avviato da Banca IFIS con l’obiettivo di scoprire qual è il “fattore” che determina il successo di una impresa.

Banca IFIS in un viaggio – lungo l’Italia – ha incontrato e ascoltato le storie di eccellenza della piccola e media impresa italiana e ha deciso di raccontarle attraverso uno storytelling transmediale fatto di racconto scritto, video e podcast.

Nel contesto di Fattore I, l’Istituto di credito veneto ha già pubblicato 3 edizioni del Marketwatch PMI, l’osservatorio permanente a cura dell’Ufficio Studi della Banca, che già da qualche anno indaga i trend del mondo delle imprese.

I risultati dell’ultimo web listening condotto da Banca IFIS in collaborazione con l’Università Ca’ Foscari di Venezia, saranno presentati e commentati il 6 febbraio a Bologna, presso la Sede di Confindustria, con inizio alle ore 16,30.

L’incontro, dal titolo “Fattore I: quale innovazione per il futuro delle PMI?”, è organizzato in partnership con il Sole24Ore.

A aprire i lavori sarà il Presidente Confindustria Emilia Area Centro, Valter Caiumi. A seguire il saluto del Direttore Generale di Banca IFIS Alberto Staccione.

Il Responsabile della Direzione Centrale Affari di Banca IFIS, Raffaele Zingone, nel corso della tavola rotonda “Il futuro è già presente: storie di eccellenza”, dialogherà con alcune aziende dell’Emilia Romagna partecipanti al progetto Fattore I.

I lavori dell’evento saranno moderati dalla giornalista di Radio24 Anna Marino. Previsti, tra gli altri, gli interventi di docenti universitari ed esperti del settore.

Ricerca, ascolto e narrazione sono gli strumenti che Banca IFIS utilizza per capire la “ricetta segreta” che c’è dietro al successo di quelle che si possono definire le PMI Stellari, analizzandone i trend, ascoltando e studiando le storie di eccellenza che hanno sviluppato modelli di business competitivi e individuando gli hot topic dei diversi settori produttivi tramite l’ascolto del web.

I risultati periodicamente vengono raccolti nel Marketwatch PMI, il report di Banca IFIS che studia ed analizza la realtà imprenditoriale italiana per conoscere quali sono le PMI che crescono nel mercato e quali sfide devono affrontare.

Nel corso del 2019, il Marketwatch PMI ha dato particolare rilievo alle tematiche riguardanti le PMI Stellari, con un occhio di riguardo per i trend della Grande Milano e del mondo Tech.

Su un ecosistema di circa 61.762 PMI, Fattore I ha individuato oltre 4.300 aziende che stanno crescendo in modo significativo. Di queste, quasi 1.100 hanno ritmi di sviluppo superiori al 20% all’anno. Sono queste quelle che Banca IFIS definisce PMI Stellari: aziende che investono da 3 a 5 volte in più rispetto alla media delle PMI.

Boccia successore di Squinzi alla presidenza di Confindustria

A tutti gli effetti si tratta di una nomina all’insegna della continuità. Vincenzo Boccia è stato proclamato  nuovo presidente di Confindustria e successore di Giorgio Squinzi del quale è stato vice per lungo tempo.

Lavoro e occupazione, Confindustria ha fiducia in un recupero

Confindustria prevede un “biennio di recupero” e rivaluta al rialzo le stime del Pil. Le nuove previsioni del Centro studi sono: +1% nel 2015 e +1,5% nel 2016 contro +0,8% e +1,4% stimati in giugno.

Confindustria contro gli immigrati: “Ridare lavoro agli italiani”

Parole che fanno discutere, in un periodo ‘bollente’ sotto questo fronte. Il presidente di Confindustria, Giorgio Squinzi, entra nel vivo della questione dei migranti e replicando a una domanda sul flusso delle ultime settimane e sul possibile valore aggiunto per la nostra economia rilascia dichiarazioni scottanti.

Confindustria lancia allarme stagnazione

L’economia mondiale rischia di andare incontro ad una stagnazione di livello secolare. Bisogna correre ai ripari e dare vita ad un insieme di politiche che siano in grado di velocizzare la crescita.

Polemica tra Confindustria e Sindacati

Il sindacato in Italia mediamente rappresenta un fattore di ritardo, ha fatto tardare tanto l’ammodernamento e l’efficienza complessiva del Paese. È questo il secco giudizio che il presidente di Confindustria formula dal palco della festa nazionale del Pd a Milano. La critica di Giorgio Squinzi arriva nel corso di un colloquio col ministro delle infrastrutture, Graziano Delrio.

Confindustria, produzione italiana in ripresa

La produzione industriale a luglio ha fatto registrare un incremento pari allo 0,4% in confronto a giugno (-0,3% su maggio).