Dopo molti mesi di attesa arriva una notizia sicuramente positiva per il mondo delle infrastrutture italiane e, di conseguenza, per il mondo economico in generale. E’ stata, infatti, finalmente trovata una intesa sul testo del decreto legge che il Ministero dello Sviluppo Economico e il Ministero delle Infrastrutture vareranno a breve per ridurre i tempi e i costi del posizionamento della fibra ottica nelle città italiane.

> Tutte le misure contenute nella nuove legge Sviluppo

Arriverà quindi più facilmente in molte città italiane la banda ultra larga, grazie ad un decreto il cui valore è stato già stimato in circa 2 miliardi di euro. I Ministeri hanno infatti autorizzato gli operatori a serivirsi della tecnica delle cosiddette minitrincee, che riescono a concentrare i lavori per gli scavi e il posizionamento della fibra in un solo giorno, riducendo costi e disagi.

> Occupazione e investimenti nel digitale

L’ ottenimento di questo risultato, tuttavia, è stato possibile anche grazie alla collaborazione dell’ ANCI, l’ Associazione Nazionale dei Comuni Italiani, che ha dato il proprio nulla osta all’ utilizzo della tecnica di scavo spesso osteggiata dalle amministrazioni locali. Dal punto di vista strettamente economico e tecnologico il nuovo decreto attuativo si presenta come un importantissimo passo nella prosecuzione della cosiddetta Agenda Digitale.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui