La Cgil attacca duramente il Governo su pensioni e salari

All’idea di Poletti i sindacati però sono contrarissimi e, Cesare Damiano, presidente della commissione Lavoro della Camera dice «Mettere in allarme quindici milioni di pensionati che hanno soltanto la colpa di essere andati in pensione con il calcolo retributivo è semplicemente una follia».

23 Agosto 2014 15:270 commentsVisualizzazioni: 8

 «C’è da augurarsi che sia una bubbola agostana. Un nuovo blocco biennale dei salari nella #PA sarebbe inaccettabile», scrive su Twitter la Cgil, respingendo l’idea di una nuova proroga per altri due anni del blocco degli stipendi degli statali.

«È il momento di lasciare in pace i pensionati, che hanno perso il 30% del potere d’acquisto negli ultimi 15 anni, grazie alle manovre dei vari governi», afferma il segretario generale Spi Cgil, Carla Cantone. Il tema pensioni diventa sempre più caldo, e le  polemiche sulle ipotesi di intervento avviata dalle parole del ministro del Lavoro, Giuliano Poletti, non si ferma. E i sindacati tornano all’attacco. Ma disaccordo viene espresso anche da esponenti di maggioranza e opposizione. Renzi, taglia corto e ironizza: «I giornali di agosto sono pieni di progetti segreti del governo. Talmente segreti che non li conosce nemmeno il governo».

Pensioni, si pensa all’introduzione di un “ammortizzatore universale”

La precedenza poi tocca alla giustizia, ha detto il presidente del Consiglio via Twitter oltre allo Sblocca Italia e la scuola, che saranno al centro del prossimo Consiglio dei ministri, fissato per il 29 agosto. Ma di sicuro la previdenza resta un tema aperto e lo sarà quasi certamente fino all’ autunno con la nuova legge di Stabilità.

In ogni caso all’idea di Poletti i sindacati però sono contrarissimi e,  Cesare Damiano, presidente della commissione Lavoro della Camera dice «Mettere in allarme quindici milioni di pensionati che hanno soltanto la colpa di essere andati in pensione con il calcolo retributivo  è semplicemente una follia».

 

Abbiamo parlato di: ,