Come previsto gli eco incentivi messi a disposizione, nuovamente, dal governo, quest’anno, a sostegno dell’acquisto di auto ibride, elettriche, Gpl, a metano o biometano, si sono esauriti in soli due giorni. Sono ancora disponibili i fondi a disposizione per l’acquisto di veicoli aziendali, per cui sarà difficile l’esaurimento. Probabilente questi soldi resteranno inutilizzati a causa della condizione fissata per richiedere l’eco incentivo.

Immatricolazioni auto in picchiata, Ripartono gli ecoincentivi

Una vettura aziendale, infatti, può beneficiare solo se l’azienda stessa rottama un veicolo con più di dieci anni di vita, condizione difficile da realizzarsi poichè le vetture aziendali o per usura o per motivi di sicurezza non durano dieci anni. Se non si può usufruire più degli incentivi del governo, si può ripiegare sulle offerte messe a disposizione dalle case automobilistiche.

Ecoincentivi 2014, la guida – Casi in cui è richiesta la rottamazione e le condizioni

Fino alla fine del mese, ad esempio, Alfa Romeo, dà la possibilità di acquistare l’Alfa Romeo MiTo a 10.950 euro o con finanziamento in cinque anni con anticipo zero. Il prezzo promozionale è valido se si rottama un’altra vettura; Opel offre per il mese di maggio la variante coupè dell’Astra, per 16.400 euro invece che a 21.600 per la versione 1.4 turbo in allestimento Elective con potenza di 120 cavalli, mentre per il nuovo Nissan Qashqai in allestimento Premier Limited Edition può essere richiesto, in via promozionale, un finanziamento per 72 rate da 399 euro al mese con un anticipo di 11.800 euro con TAN fisso al 4,99% e TAEG al 5,92%; si può aggiungere a questo finanziamento tre anni di assicurazione furto ed incendio con una aggiunta di 999 euro.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui