Mercato

Luogo di incontro di domanda e offerta, in economia la parola mercato indica, genericamente, il momento e il luogo in cui avvengono degli scambi economici (materie prime, beni, servizi).

9 dicembre 2012 20:040 commentiVisualizzazioni: 19

Il termine mercato indica il momento e il luogo in cui, in in determinato sottosistema economico, avvengono degli scambi di natura economica-commerciale di materie prime, servizi, beni, prodotti, etc. In questi luoghi, che possono essere sia fisici che solo ipotetici, si incontrano la domanda e l’offerta di un certo bene o servizio e se ne determina il prezzo in base alla relazione tra le due variabili. Si parla, quindi, di mercati, in quanto ne esiste uno per bene o servizio disponibile.

All’interno di un mercato operano due soggetti economici:

Compratori: termine che include sia i consumatori, che comprano i prodotti finiti, che le imprese, che sul mercato comprano materie prime e forza lavoro per la produzione dei suddetti beni e servizi;

Venditori: in questa categoria sono presenti le imprese, che vendono i prodotti ai consumatori, i lavoratori che vendono la loro forza lavoro e i proprietari delle risorse produttive.

Le principali tipologie di mercato sono:

mercato delle materie prime
– mercato agricolo
– mercato dei beni di consumo
– mercato immobiliare
– mercato dei capitali
– mercato finanziario
– mercato azionario
– mercato del lavoro

Dal momento che nel mercato si incontrano più domande e più offerte dello stesso bene o servizio, tutte le tipologie di mercato sono regolamentate al fine di prevenire la concentrazione di monopolio – la regolamentazione antitrust – o a contrasto delle manovre speculative.