Rimborsi fiscali – L’Agenzia delle Entrate richiede la comunicazione dell’IBAN

I contribuenti italiani interessati da questa iniziativa saranno più di 100 mila, ma destinatarie dell'operazione saranno anche molte imprese italiane. Per i primi la richiesta delle coordinate bancarie avverrà via posta, per le seconde via PEC.

2 Agosto 2014 10:040 commentiVisualizzazioni: 63

agenzia-entrateA partire dal 2014 sarà ancora più facile e veloce per i contribuenti italiani accedere ai rimborsi fiscali spettanti sulla base delle dichiarazioni dei redditi presentate. Come già nel 2013, infatti, anche coloro che non hanno un sostituto di imposto in questo anno perché hanno perso il lavoro, ma hanno comunque presentato il modello 730, potranno ottenere il rimborso direttamente dall’Agenzia delle Entrate semplicemente comunicando il proprio IBAN, cioè le proprie coordinate bancarie di conto corrente. 

Rimborsi fiscali su conto corrente, modelli e comunicazione IBAN

Per questo motivo in questi giorni l’Agenzia delle Entrate sta informando attraverso una serie di comunicazioni i contribuenti interessati, al fine di ridurre i tempi di erogazione dei rimborsi. I contribuenti italiani che in questo momento non hanno un sostituto di imposta, infatti, riceveranno una lettera da parte dell’Agenzia delle Entrate, attraverso la quale saranno invitati a fornire le loro coordinate IBAN.

L’aumento dei rimborsi fiscali a famiglie e imprese nel 2013

I contribuenti italiani interessati da questa iniziativa saranno più di 100 mila, ma destinatarie dell’operazione saranno anche molte imprese italiane. Per i primi, dunque, la richiesta delle coordinate bancarie avverrà via posta, secondo un modello tradizionale, mentre per le aziende la richiesta del fisco verrà inviata tramite PEC, Posta Elettronica Certifica.

Sono infatti circa 50 mila le imprese italiane che  hanno gia richiesto il rimborso dell’Ires con la dichiarazione dei redditi oppure con la domanda telematica legata all’indeducibilità forfetaria dell’Irap.

I dati richiesti potranno, per una maggiore sicurezza, essere comunicati direttamente sul sito dell’Agenzia delle Entrate – www.agenziaentrate.gov.it – oppure in via cartacea presso gli sportelli dell’Agenzia presenti sul territorio.

Abbiamo parlato di: , ,