Sempre più numerose in Italia le seconde case in vendita

 Il mattone è stato per anni una delle forme di investimento preferito dagli italiani, il vero salvadanaio delle famiglie. Secondo le ultime statistiche elaborate dalla Banca d’ Italia infatti in relazione all’ anno 2012, gli italiani hanno investito in immobili più di 5 miliardi di euro.

Immobili di lusso, arrivano i capitali stranieri. Eni e Poste ingolosite

 George Soros, ha rilevato il 5% di Igd Siiq, società immobiliare controllata dalle Coop, tramite il fondo Quantum Strategic Partners, gestito da Soros Fund Management. Questo potrebbe significare che i capitali stranieri hanno ripreso a puntare sull’Italia. A interessare gli investitori esteri sono soprattutto i marchi del lusso e il real estate.

Krizia, un’altra azienda italiana venduta ai cinesi

 Krizia, marchio storico del made in Italy, va sotto il controllo della cinese Shenzhen Marisfrolg Fashion Co Ltd, azienda leader sul mercato asiatico del pret-à-porter di fascia alta.

Car sharing, sviluppo in crescita

  E’previsto che entro il 2021 ci saranno  oltre un milione di immatricolazioni in meno per via della continua diffusione crescente del car  sharing. Vediamo di cosa si tratta.

Investire bene comprando a prezzi più bassi

 A parte il settore in cui si sceglie di investire, cercare di acquistare quando nessuno compra è un buon metodo. In questo modo si può negoziare maggiormente sul prezzo e comprare a prezzi più bassi facendo degli affari. Il settore potrebbe riprendersi, e per questo è importante considerare quelli che hanno una prospettiva, e l’investimento rendere in futuro con l’aumento del prezzo.

 

► Come investire in materie prime

 

Ad esempio, nel settore immobiliare è bene acquistare le proprietà quando c’è un gran numero di case in vendita in rapporto al numero di potenziali acquirenti. Quando le persone hanno un disperato bisogno di vendere si dispone di maggiore spazio per la negoziazione, è questo è utile soprattutto se si prevede che l’investimento pagherà in futuro. In Italia la situazione è di questo tipo, con il mercato immobiliare in crisi e i prezzi delle vendite delle case in ribasso. Ci sono i primi segnali di ripresa e quindi potrebbe essere un investimento buono quello di comprare in questo periodo.

Un’alternativa all’acquisto a prezzo basso, perché in alcuni casi si potrebbe non avere certezza che il prezzo sia basso, è quella di acquistare a un prezzo ragionevole e vendere a un prezzo alto. L’importante è considerare se l’immobile o l’azione hanno una prospettiva di crescita.

In effetti, parlando di azioni, quando un titolo è “a buon mercato” c’è sempre una ragione. Le azioni non scendono di prezzo come le case. Le azioni tipicamente calano di prezzo quando c’è un problema con la società, mentre le case scendono di prezzo non perché c’è un problema con la casa, ma perché c’è una mancanza di domanda complessiva di abitazioni. Quando l’intero mercato scende, tuttavia, è possibile trovare alcune azioni che calano semplicemente a causa di un complessivo periodo di “svendita”. Per trovare queste buone occasioni si devono fare ampie valutazioni. L’obiettivo è di cercare di acquistare a un prezzo scontato quando la valutazione della società mostra che il prezzo delle azioni dovrebbe essere più alto.

Airbus archivia un 2013 con ottimi risultati

 La società europea dell’aeronautica Airbus ha reso noto di avere superato nel 2013 i propri target commerciali registrando un nuovo massimo di 626 aeroplani consegnati (493 della famiglia A320, 108 della A330 e 25 A380).

Segnali di ripresa nel settore immobiliare

 Nel campo del mercato immobiliare, nel trimestre luglio-settembre 2013, e’ continuato il trend negativo, ma sono stati ravvisati anche dei segnali hanno lasciato spazio a modeste speranze. Questo il risultato che emerge dai dati Omi (Osservatorio mercato immobiliare), che danno una fotografia sull’andamento del mercato immobiliare residenziale e non.