Welfare aziende, chi produce di più avrà meno tasse in busta paga

Il Consiglio dei ministri dovrebbe approvare la prossima settimana il decreto per la detassazione del salario connesso alla produttività. È il decreto attuativo della norma contemplata dall’ultima legge di Stabilità che disciplina una tassazione agevolata al 10% dei cosiddetti premi di risultato.

Il Ministro Poletti illustra le misure su lavoro e welfare

Il ministro Poletti si è reso protagonista di una serie di dichiarazioni che riaccendono il dibattito e i riflettori sul mondo del lavoro. Abbiamo già citato il suo intervento al Make Faire di Roma, questo invece è quanto detto in conferenza stampa su lavoro e welfare. 

Requisiti per richiedere l’ASpI – Come presentare la domanda di disoccupazione

 In un post pubblicato prima di questo abbiamo avuto modo di parlare dell’ASpI, la nuova indennità di disoccupazione che ha sostituito da alcuni anni a questa parte il vecchio assegno spettante a tutti i lavoratori in possesso dei requisiti colpiti dalla perdita non volontaria del lavoro. L’ASpI è infatti l’Assicurazione Sociale per l’Impiego introdotta dalla legge Fornero. 

Che cos’è l’Aspl e a quanto ammonta l’assegno di disoccupazione

 Gli italiani erano abituati a chiamarla, è forse lo sono ancora adesso, assegno di disoccupazione o indennità di disoccupazione. Da qualche anno a questa parte, però, o meglio dal varo della Riforma del Lavoro siglata dalla Fornero, la sua denominazione è cambiata e gli italiani colpiti dalla perdita del lavoro e dalla crisi hanno cominciato a familiarizzare con l’ASpI, l’Assicurazione Sociale per l’Impiego. 

Migliora la qualità della vita nelle città italiane nonostante la crisi

 Sul finire dell’anno arriva almeno una buona notizia per i cittadini italiani. Nonostante il perdurare della crisi economica e della recessione, nelle diverse città della penisola alcuni indicatori indicano un miglioramento generale della qualità della vita. 

Le pensioni assorbono più del 60% della spesa sociale italiana

 Sono le pensioni italiane ad impegnare più del 61 per cento della spesa pubblica italiana destinata al sociale. Stiamo parlando, quindi, del nostro welfare, di quei soldi di fonte statale che finiscono in siti e progetti sociali di diverso genere. Ma in Italia, come è noto, la previdenza ha un profilo piuttosto ingombrante.