Il conto corrente è uno strumento necessario per la maggior parte delle azioni quotidiane che implicano l’utilizzo del denaro. Aprire e chiudere un conto corrente è un’operazione piuttosto semplice, ma si deve far attenzione a quanto scritto nel contratto che si stipula con l’istituto bancario al quale ci si rivolge, soprattutto per il costo dei servizi che vengono offerti.

► Guida al conto corrente

Di seguito una lista dei principali servizi offerti dagli istituti bancari.

Estratto conto

L’estratto conto è un documento che la banca invia periodicamente al cliente che riassume tutte le operazioni fatte nel periodo di pertinenza, come la lista dei movimenti, le competenze e il conto a scalare.

Lista dei movimenti

La lista dei movimenti si compone di quattro parti principali:

– Data dell’operazione, ossia il giorno solare in cui sono state effettuate le singole operazioni;

– Valuta: data economica dalla quale decorrono gli interessi, sia di debito che di credito;

– Descrizione dell’operazione (prelievo, pagamento, etc);

– Importo dell’operazione.

Riepilogo delle competenze di chiusura

Queste possono essere mensili o trimestrali e contiene il risultato totale delle operazioni compiute e relativi interessi (attivi o passivi)

Conto scalare

Il conto scalare è lista dei movimenti riepilogata per la valuta economica, necessaria al fine del calcolo delle competenze a debito o a credito.

Fido di cassa

Il fido di cassa è lo scoperto ammesso dal proprio contratto di conto corrente, ossia l’importo che si può utilizzare anche se nel conto corrente non ci sono più soldi. Deve essere richiesto dal correntista e viene concesso a discrezione dell’istituto per un importo che solitamente è pari allo stipendio mensile del correntista.

Molto richiesto dai clienti, il fido di cassa è, sì uno strumento molto utile, ma, a causa dell’alto tasso di rischio per la banca, ha delle spese di gestione molto alte (costi di apertura e chiusura e interessi sulla restituzione).

Assegni

La maggior parte dei conti corrente offerti dalle banche prevede che al correntista sia fornito un carnet di assegni – titolo di credito che permette di versare un importo ad un soggetto terzo.

Gli assegni forniti di default dal conto corrente sono solitamente di titoli non trasferibili mentre per ottenere assegni trasferibili è necessario fare esplicita richiesta alla banca.

Per compilare un assegno è necessario scrivere negli appositi campi:

– Data e luogo di emissione;

– importo da pagare (cifre e lettere concordanti);

– nome del beneficiario;

– firma dell’emittente il titolo.

Carte di credito

Le carte di credito sono uno strumento di transazione finanziaria sempre più utilizzato che permette di fare pagamenti immediati che vengono poi addebitati in un momento successivo sul conto corrente direttamente dalla banca.

Da qualche tempo sono disponibili anche le carte di credito revolving che permettono di restituire gradualmente alla banca quanto speso secondo modalità e tempistiche decise in fase di contratto.

Le carte di credito sono concesse dalle banche solitamente solo ai clienti già conosciuti o che comunque dimostrano di avere un alto tasso di affidabilità.

Il limite di spesa delle carte di credito (plafond) di base va da 1.000 o 1.300 euro ma può subire delle variazioni in base alle esigenze del cliente.

L’utilizzo della carta di credito è ammesso fino alla concorrenza di un “plafond”, di un massimale concordato tra il titolare della carta e la filiale dell’istituto di credito, e pari di solito a uno standard iniziale di 1.000 o 1.300 euro, ma modificabile sulla base delle esigenze del cliente.

Carte di debito

– carta di prelevamento: solo su circuito della banca emittente con la quale si possono effettuare prelevamenti di contante ai soli ATM della rete bancaria;

– carta bancomat: ha tutti i servizi della carta di prelevamento ma con possibilità di farli presso qualsiasi ATM

– pago bancomat: oltre a tutto ciò che comprende la carta bancomat, con questa carta si possono anche effettuare pagamenti presso esercizi commerciali dotati di POS.

Guida al conto corrente

 

Apertura, trasferimento e chiusura del conto corrente

Guida al conto corrente on line

Guida al conto corrente tutto incluso

Guida al conto corrente per i giovani

Guida al conto corrente deposito

 

Guida al conto corrente multiservizi

 

Commenti