Borse europee, partenza in calo

Le borse europee faranno registrare una partenza con il freno a mano tirato dopo i progressi di Tokyo (+0,5%) e i cali di ieri di Wall Street. Prevale, tuttavia, una discreta volatilità in avvio.

Azioni Poste Italiane, perché conviene comprare?

Tempo di bilanci e di buone notizie per Poste Italiane, nonché per gli investitori interessati. La Società controllata dallo Stato archivia il 2015, il suo primo bilancio da azienda quotate, con un utile netto in forte crescita a 552 milioni.

Piazza Affari chiude in positivo grazie a banche e telecomunicazioni

Le Borse europee iniziano male la settimana che porta a Pasqua: un’ottava breve, non ci sarà infatti la seduta di venerdì, e senza spunti importanti al netto della diffusione degli indici Pmi in Eurolandia, della fiducia Ifo e Zew in Germania e del Pil finale negli Stati Uniti.

D-Day Borse europee: sarà il giorno della fusione Londra-Francoforte?

Potrebbe arrivare nella giornata odierna il D-day della City, ovvero il giorno in cui la Deutsche Borse sbarcherà in Inghilterra per concretizzare la fusione con il London Stock Exchange, ponendo fine a 215 anni di indipendenza del mercato azionario londinese.

Borse Europee, netto rialzo dopo interventi Bce

I listini trattano in netto rialzo dopo l’intervento corposo della Bce, che ha tagliato il costo del denaro a nuovi minimi ed ampliato il programma di Quantitative easing, oltre a lanciare operazioni di finanziamento per le banche estremamente vantaggiose.

Perché le aziende rinunciano alla quotazione in Borsa?

La Borsa offre numerosi vantaggi allo standing aziendale. Vantaggi che vanno sfruttati per ‘patrimonializzare’ una società e configurare una reale alternativa al canale bancario.

Hong Kong, misteriosi crolli in Borsa

Appare alquanto difficile da spiegare il misterioso crollo presso la borsa di Hong Kong di due società possedute dal miliardario cinese Pan Sutong, che segue a quello altrettanto misterioso di ieri di una società del miliardario cinese Li Hejun.

Ftse Mib, crescono gli stipendi dei manager

Le retribuzioni degli amministratori delegati delle società che sono quotate in borsa a Milano sono aumentate in media dell’11% nel corso del 2014, soprattutto in virtù della parte fissa degli stipendi che ha occupato sempre più spazio durante l’anno passato.