Fondo pensione aperto

Strumento di previdenza complementare. I fondi aperti sono generati e gestiti da banche, assicurazioni, Sgr e Sim e poi diffusi presso il pubblico.

14 Febbraio 2013 20:260 commentiVisualizzazioni: 17

fondi pensione complementariIl Fondo Pensione Aperto  è in altri termini uno strumento di previdenza complementare. I fondi aperti sono generati e gestiti da banche, assicurazioni, Sgr e Sim e poi diffusi presso il pubblico. Possono aderirvi lavoratori autonomi, liberi professionisti e lavoratori dipendenti. Possono altresì aderire al fondo pensione aperto anche i familiari a carico dei lavoratori nonché i non lavoratori.

L’adesione può verificarsi in forma individuale o, qualora il Regolamento del Fondo lo permetta, su base collettiva. In quest’ultimo caso si è in presenza di un’intesa tra il Fondo e l’azienda, inerente alle modalità e ai termini di contribuzione degli aderenti.

I Fondi Pensione Aperti sono fondi a contribuzione definita e dunque le prestazioni non sono determinabili a priori, bensì dipendono dai contributi versati (oltre che dal rendimento degli strumenti finanziari, dal regime fiscale applicabile, ecc.)

L’adesione ai Fondi Pensione è agevolata da agevolazioni fiscali. In merito alla contribuzione, è contemplata la deducibilità dei contributi a carico del lavoratore e a carico dell’azienda fino al limite massimo di € 5.164,57. Un regime ancora più agevolato è applicato ai lavoratori di prima assunzione a partire dal 01 gennaio 2007.

COVIP

Per controllare la regolare amministrazione di questi fondi è stata creata una Commissione controllata dal Ministero del lavoro (COVIP – Commissione di vigilanza sui Fondi Pensione) perché, mentre nel regime utilizzato dalla previdenza di base la contribuzione prelevata dal reddito da lavoro viene immediatamente spesa per pagare le pensioni, con una sorta di solidarietà tra generazioni, quella versata per un fondo pensione integrativo finisce nel mercato d