Rischio

Il rischio è un concetto molto ampio che si può applicare a tutti i campi delle attività umane. In ambito economico, il rischio si differenzia in economico e finanziario.

8 Novembre 2012 18:130 commentiVisualizzazioni: 44

Per rischio, in termini generali, si intende la possibilità che una decisione presa possa portare ad una perdita o un evento non desiderato a causa di fattori indipendenti dalla volontà di chi ha fatto la scelta.

Quando si parla in termini di impresa, secondo la più attuale concezione del termine, il rischio non ha necessariamente un accezione negativa, ma viene inteso come rischio/opportunità. Il rischio, sia che lo si interpreti positivamente o negativamente, è una costante del mercato. Sono gli investitori che possono percepirlo, in maniera più o meno marcata, o non percepirlo affatto.

Quando un investitore percepisce il rischio di un investimento come particolarmente elevato ne consegue che da quell’investimento richiede una remunerazione tanto maggiore quanto più considerata rischiosa.

Il rischio economico

La definizione di rischio economico si concentra sulla relazione tra costi e ricavi ed è la variabile che incide sui risultati di rendita di ogni impresa.

Il rischio economico si divide in due grandi sottocategorie:

Rischio di controparte: ossia la possibilità che la controparte, su cui la parte principale non può attuare forme di controllo diretto, non adempia ai termini contrattuali;

Rischio di mercato: rischio che dipende da variabili macroeconomiche.

Il rischio finanziario

Il rischio finanziario è legato alla liquidità in entrata e in uscita all’interno di un’impresa. Si tratta, in sostanza, dell’incontrollabilità degli investimenti che possono portare ( a causa di variazioni del mercato) a perdite e a guadagni inaspettati.

 

 

 

Abbiamo parlato di: ,