Sgravi per gli apprendisti

Home > Impresa > Finanziamenti > Sgravi per gli apprendisti

La Legge di Stabilità 2012 prevede una serie di incentivi per le aziende che assumo gli apprendisti. La nuova legge sull’apprendistato e la definizione della natura delle agevolazioni è stata ben spiegata in una circolare dell’INPS, la numero 128.

In pratica, le piccole imprese che decidono di avvalersi della prestazione professionale degli apprendisti nell’arco di tempo che va dal 2012 al 2016, saranno esonerate dal pagamento dei contributi. Sono stati definiti dalla legge tre tipi di apprendistato: quello per qualifica professionale, quello professionalizzante chiamato anche contratto di mestiere e quello di alta formazione e ricerca.

Gli apprendisti per contratto, sono tutelati dalle assicurazioni IVS, malattia, maternità, assegno per il nucleo famigliare e assicurazione INAIL contro gli infortuni sul lavoro e le malattie professionali.

Sullo sgravio contributivo alle aziende che assumono apprendisti, legifera l’articolo 8 della circolare INPS che spiega le intenzioni del legislatore – promuovere l’occupazione giovanile. Poi spiega che lo sgravio per le aziende che occupano un numero di addetti inferiore a nove, è totale dei contributi a loro carico, per i periodi contributivi maturati nei primi tre anni di apprendistato. Per gli anni successivi al terzo, invece, resta un’aliquota “scontata” del 10 per cento, estesa fino alla scadenza del contratto di apprendistato.

I contratti di apprendistato siglati con lavoratori iscritti alle liste di mobilità, hanno un altro tipo di norme da rispettare.

Lascia un commento