L’attività di progettazione di AICOM al centro dell’intervista all’ing. Mauro Tanzi

L’ing. Mauro Tanzi, Presidente ed Amministratore Delegato di AICOM, in una intervista racconta l’attività di progettazione della società di ingegneria privata dallo stesso fondata all’inizio degli anni ’90.

Nel corso dell’intervista un accenno anche all’importanza delle certificazioni e all’approccio di AICOM nei confronti delle fonti rinnovabili.

“Oltre ai settori consolidati dell’ingegneria civile e dell’architettura – evidenzia Mauro Tanzi – , AICOM si caratterizza per una marcata multidisciplinarietà che le consente di approcciare casistiche progettuali eterogenee”.

“La società – aggiunge – negli ultimi anni si è sempre più caratterizzata nei settori impiantistici applicati agli stabilimenti industriali, alle infrastrutture critiche e all’edilizia sanitaria ed ospedaliera. Anche la progettazione di sistemi integrati di sicurezza fisica rappresenta un importante tassello nel panorama aziendale in virtù della strategicità degli asset oggetto di intervento”.

Numerosi i progetti a cui la società di ingegneria si è dedicata con la professionalità di sempre.

AICOM acquisisce ed analizza le esigenze e le aspettative del committente per tradurle in prospettive reali di intervento, sulla scorta di ricerche di mercato, aggiornamenti conoscitivi tecnologici, formulazione di ipotesi di fattibilità.

La metodologia adottata è quella della progettazione integrata, laddove la convergenza interdisciplinare costituisce garanzia di affidabilità, anche nel caso, già felicemente collaudato, di collaborazioni con professionalità esterne.

“Quale esempio di progettazione integrata in ambiti sensibili – ha osservato l’ing. Mauro Tanzi – preme citare la completa progettazione degli interventi di ristrutturazione edile ed impiantistica dei laboratori di ricerca di Eni SpA a San Donato Milanese. In pochi mesi il team di AICOM ha sviluppato i vari step progettuali garantendo la continuità operativa del sito anche nelle successive fasi alla realizzazione. Nel corso degli ultimi mesi AICOM sta svolgendo attività di progettazione e construction management per stabilimenti industriali e militari all’estero in ambito aeronautico”.

Un fiore all’occhiello di questa società sono le certificazioni. “AICOM – sottolinea il Chairman e CEO – può considerarsi come unica nel panorama nazionale per il numero e la tipologia di certificazioni conseguite nel rispetto degli standard qualitativi internazionali”.

Infine un accenno alle fonti rinnovabili. “Le esperienze aziendali – conclude Mauro Tanzi – in tal senso spaziano dagli impianti fotovoltaici (sia a terra che su coperture), eolici on shore, geotermici, biomasse e biogas, agli interventi volti al contenimento dei consumi in immobili pubblici e privati”.

Auxilia Finance, la VII Convention: il Nuovo Business Digitale

Auxilia Finance, società di mediazione creditizia leader del settore per mutui e prestiti finanziamenti alle imprese, è pronta per la Settima Convention annuale con numeri davvero esaltanti: l’azienda cresce in maniera decisa, grazie alle strategie legate all’adozione di un rinnovato modello di business digitale, ed una profonda riorganizzazione aziendale.

Auxilia Finance, la VII Convention: 28 febbraio – 1 Marzo 2019, all’Ergife Palace di Roma

Auxilia Finance arriva all’appuntamento annuale mantenendo costanti i propri obiettivi di innovazione digitale. L’amministratore delegato Samuele Lupidii, che ricorda come nella convention dello scorso anno, si erano proposti non solo importantissimi obiettivi di crescita, ma anche di tecnologia e multicanalità. “Il futuro inizia oggi”, si era detto.

Nel corso dell’anno, la società di proprietà della Fiaip, leader della mediazione creditizia, ha messo in atto importanti strategie per confermare la vocazione estremamente innovativa.

I risultati oggi “sono reali e tangibili”, come ricorda lo stesso Lupidii, ” e la convention sarà il luogo ideale per illustrarli compiutamente alle istituzioni, ai partner, ai dipendenti ed ai nostri collaboratori.

Auxilia Finance per il 2019

Le novità di Auxilia Finance per il 2019 si evidenziano già dal titolo: Let’s Phygital (ottenuto dal gioco di parole Digital – Physical) rappresenta qualcosa in più di un semplice slogan, in quanto evidenzia come la rivoluzione digitale dell’azienda sia imprescindibile dal contatto con il cliente, con una vera e propria integrazione fisico – virtuale tra la tecnologia ed una rete di collaboratori professionisti del credito.

Secondo l’Amministratore Delegato di Auxilia Finance Lupidii questo dell’integrazione è un passaggio davvero determinante, in quanto ogni singolo cliente deve essere sempre libero di scegliere come utilizzare i servizi proposti. Il compito di Auxilia Finance deve essere sempre quello di rispondere alle singole richieste che pervengono sia fisicamente, ai professionisti del credito, sia attraverso le piattaforme digitali o i supporti mobili.

Si tratta sicuramente di un compito gravoso, una vera e propria sfida che la società raccoglie ogni anno e porta a termine brillantemente con concreti risultati di crescita.

Auxilia Finance, le tappe della VII Convention

La Settima Convention di Auxilia Finance avrà luogo a Roma, presso l’Ergife PAlace di via Aurelia 619, dal 28 febbraio al 1 marzo 2019. Il programma prevede una fitta serie di incontri, con l’A.D. Lupidii, con il Presidente di Auxilia Finance Flavio Miglioli, con il Presidente Nazionale Fiaip Gian Battista Baccarini, con diverse personalità del mondo della mediazione creditizia, con l’Amministratore Delegato di Ansaldo Energia Giuseppe Zampini.

E’ previsto altresì l’intervento del presidente dell’Organismo degli agenti finanziari e mediatori creditizi Catricalà, con il presidente Fogliani dell’ Associazione fra le Banche Popolari e membro del consiglio di presidenza dell’Abi; di Ombretta Main, della Direzione Rating di Legalità Autorità Garante della Concorrenza e del Mercato.

Lupidii ha inoltre precisato che “Venerdì 1° marzo si terrà la sessione aziendale della convention dedicata all’innovazione, alla competizione e all’aggiornamento del team: “Perché – ha concluso Lupidii – per essere competitivi sul mercato ed assicurarsi il futuro è indispensabile essere costantemente al passo con l’innovazione. Proprio questa è la via intrapresa da Auxilia Finance, quella del Phygital”.

 

Luxottica acquisisce glassex.com

 Il gruppo Luxottica ha fatto un importante acquisizione, soprattutto in termini di investimento sulla tecnologia. Glassex.com entra a  fare parte di Luxottica e l’accordo è stato siglato. Notizia ufficiale, quindi.

Glassex.com, che faceva parte di WellPoint, ha realizzato una tecnologia virtuale che si basa sull’immagine tridimensionale del volto. I clienti possono quindi utilizzare questa tecnologia per provare in maniera virtuale gli occhiali con un livello di verosimiglianza con la realtà molto alto. Un meccanismo, quindi, che permette di provare gli occhiali come se fossero indossati veramente.

 

► Piazza Affari: tutti i dati del 14 ottobre 2013

 

Il gruppo Luxottica considera importante l’investimento in tecnologia e l’obiettivo è lo sviluppo di una piattaforma digitale che possa essere accessibile agli ottici in Nord America. Un mercato considerato con grandi potenzialità che il gruppo ha deciso di iniziare a sviluppare per il meglio.

 

► Borsa Italiana tutti i dati del 10 ottobre 2013

 

In una nota diffusa dalla società, Andrea Guerra, ceo di Luxottica conferma: “Annunciamo di avere siglato un accordo per l’acquisizione di una tecnologia che riteniamo possa avvantaggiare tutto il settore dell’ottica in Nord America, un mercato per noi cruciale e verso il quale restiamo fortemente impegnati”.

La nota conferma poi la l’investimento in prospettiva: “L’acquisizione sarà il punto di partenza per creare una piattaforma digitale indipendente e unica, accessibile agli operatori del settore in Nord America, innovando l’esperienza di acquisto e migliorando la qualità di prodotti e servizi disponibili ai clienti finali”.

Il mercato del Nord America degli occhiali da sole è stimato in 35,5 miliardi di dollari ed è previsto in crescita fino a 44-47 miliardi di dollari entro il 2020. Una crescita che si basa sull’aumento delle persone che hanno bisogno di occhiali da vista.

Le imprese europee accolgono la tecnologia dello smart working

 Sono sempre più numerose le aziende d’Europa e del mondo che stanno attraversando una seconda rivoluzione digitale. Una seconda rivoluzione tecnologica che sta cambiando il modo in cui viene impiegata la tecnologia all’interno del mondo delle imprese e le figure che la utilizzano. 

Anche il mercato italiano delle nuove tecnologie risente della crisi

 Nei primi sei mesi del 2013 anche un settore fino ad oggi molto promettente, come quello informatico, è stato interessato da un consistente calo. Nel primo semestre di quest’anno, infatti, anche l’industria delle nuove tecnologie ha dovuto cedere alla recessione e alla crisi, perdendo un 4,3% rispetto all’anno passato.

Nuove regole fiscali in arrivo dall’UE per le grandi multinazionali di Internet

 Dalla Francia arriva una proposta per modificare le regole fiscali europee a cui sono soggette le grandi multinazionali di Internet, come Amazon, Facebook, Google ed e-Bay, che grazie all’esistenza di rapporti con Paesi amici riescono a pagare tasse davvero ridotte in confronto ai loro profitti. 

Perché investire nel cloud computing

 Il settore del cloud computing diventa, giorno dopo giorno, sempre più materia di investimento. Quella della “nuvola digitale” non è più una novità assoluta nel mondo delle nuove tecnologie ma sta diventando un business sempre più concreto. In pochi anni, infatti, i volumi di affari che girano attorno ai servizi non fisici di stoccaggio e memorizzazione dei dati stanno diventando sempre più consistenti.

Dodici tecnologie per cambiare il mondo

C’è un modo per uscire dallo stallo in cui la crisi ci ha gettato: l’innovazione. Lo sviluppo di nuove tecnologie che la crisi stessa ha rallentato, ma non è riuscita a fermare.

Forse, il beneficio del dubbio è obbligatorio, sarà un modo per far si che l’economia globale esca dalla morsa in cui si è ritratta.

Così, gli Stati iniziano a trovare le soluzioni per salire sul ‘treno del futuro‘.

Analisti tra i più esperti sul mercato hanno stilato un elenco di innovazioni diromenti. Il loro più grande pregio, come accennato, sarebbe quello di dare una mano al sistema economico globale in difficoltà creando maggiore produttività e più qualità dal punto di vista dei consumi.

Tra queste tecnologie abbiamo l’ormai nota sigaretta elettronica, alla quale si aggiungono prodotti di informatica, energia e genetica.

L‘impatto economico degli strumenti presenti in elenco si aggirerebbe intorno alle centinaia di miliardi di dollari l’anno.

L’informatica è dunque decisamente il settore principale che riguarda le innovazioni.

Una di queste concerne l’internet mobile. Arriveranno dispositivi sempre più piccoli, più leggeri e con maggiore potenza. Le applicazioni degli apparecchi saranno sempre più varie e daranno la possibilità di ottenere maggiore interazione con il mondo virtuale e con la sua utenza.

Il tutto con costi più ridotti e con maggiore flessibilità.