La Germania abbassa l’IVA al 7% da luglio, ma è solo una bufala

La Germania abbassa l’IVA fino al 7% a partire da luglio. Questo il post social che gira in queste ore, ma che a conti fatti rappresenta solo una bufala. Tutto nasce da un annuncio di giugno 2020. La Germania aveva annunciato un pacchetto di incentivi COVID-19 da 130 miliardi di euro che includeva una riduzione dell’aliquota dell’imposta sul valore aggiunto standard dal 19% al 16% dal 1° luglio al 31 dicembre 2020. Anche l’aliquota IVA ridotta del 7% sarà ridotta al 5%. Questa misura costerà alla Germania 20 miliardi di euro.

Germania abbassa l’IVA

Leggi il resto

D-Day Borse europee: sarà il giorno della fusione Londra-Francoforte?

Potrebbe arrivare nella giornata odierna il D-day della City, ovvero il giorno in cui la Deutsche Borse sbarcherà in Inghilterra per concretizzare la fusione con il London Stock Exchange, ponendo fine a 215 anni di indipendenza del mercato azionario londinese.

Leggi il resto

La Germania apre alla Cina

Successivamente al summit con il Presidente del Consiglio italiano Matteo Renzi, la cancelliera Angela Merkel ha dichiarato da Berlino di essere favorevole al riconoscimento dello status di economia di mercato per la Cina.

Leggi il resto

I rifugiati? In Germania sono un “business”

Nessuna cattiveria, nessuna malizia. Tuttavia, l’accoglienza dei richiedenti asilo da parte della Germania è da leggere anche in “chiave economica”. Non è un mistero che dietro il nobile gesto teutonico, il quale ha aperto un fronte in un’Europa che reagisce ancora con colpevole ritardo e scollatura ai grandi fenomeni globali, possa avere effetti positivi a livello finanziario.

Leggi il resto

Germania, economia in netto recupero

Esistono i presupposti affinché la Germania, prima economia dell’area euro, metta a verbale tassi di crescita solidi nel secondo semestre del 2015.

Leggi il resto

La Germania non fa sconti alla Grecia

Una situazione sempre più spinosa. Mentre la Commissione Ue rimane convinta che un’intesa tra la Grecia e i suoi creditori possa essere raggiunta questo mese, la Germania torna a fare alcune e importanti precisazioni.

Leggi il resto